Mostre fotografiche ad Ascoli Piceno: Qualsiasità alla Fondazione Malaspina - Visit Ascoli - Viaggio alla scoperta di Ascoli Piceno

Ad Ascoli Piceno la mostra fotografica "Qualsiasità"

Prima esposizione della Fondazione Malaspina di Ascoli Piceno, nuova piattaforma sperimentale per la fotografia contemporanea, la mostra “Qualsiasità” indaga a fondo il territorio attraverso lo sguardo di sette fotografi. Fino al 7 Ottobre 2016.

Presso lo storico Palazzo Malaspina di Ascoli Piceno (in Corso Mazzini n. 224) ha appena aperto al pubblico la mostra fotografica “Qualsiasità” curata da Alessandro Dandini De Sylva (visitabile fino al 7 Ottobre 2016). La Fondazione Malaspina, neonata realtà che si pone l’obiettivo di sviluppare la ricerca nell’ambito della fotografia contemporanea, ha scelto di inaugurare la sua attività culturale con un progetto espositivo in due capitoli dedicato alla ricerca fotografica di Guido Guidi e a una nuova generazione di artisti testimoni della sua particolare attitudine all’esplorazione del paesaggio. Il primo capitolo, “Qualsiasità”, mette a confronto diverse indagini compiute sul territorio della Romagna dal 1984 a oggi, attraverso lo sguardo di sette fotografi – Cesare Ballardini, Cesare Fabbri, Jonathan Frantini, Marcello Galvani, Guido Guidi, Francesco Neri e Luca Nostri – che con più di ottanta fotografie raccontano la provincia italiana tra Cesena e Ravenna passando per Faenza, Fusignano,
Lugo e Massa Lombarda.

All’interno anche una biblioteca permanente di fotografia

Tra le altre attività della Fondazione Malaspina sono in programma residenze d’artista, incontri, pubblicazioni, e la creazione di una collezione permanente e di una biblioteca di fotografia aperta al pubblico.

In particolare la biblioteca nasce per diventare non solo uno spazio di connessione tra la Fondazione e la città di Ascoli e, di conseguenza tra la Fondazione e il pubblico, ma anche uno spazio di lavoro e studio aperto a tutti.
Ad oggi l’uso della biblioteca è completamente gratuito: all’interno ci sono 150 volumi fotografici (con un focus particolare sull’editoria indipendente di settore) caratterizzati da una tiratura limitata che li rende di raro valore, elevando di riflesso il livello della stessa struttura.

Una mostra fotografica in stile documentaristico

Il titolo scelto per questa prima mostra è liberamente ispirato a una citazione di Cesare Zavattini, figura poliedrica e voce del Neorealismo italiano. La “qualsiasità” dello sguardo – spiega il curatore della mostra Alessandro Dandini de Sylva – si traduce in una fotografia del quotidiano, attenta agli aspetti minori del territorio e rivolta al paesaggio immediatamente vicino, vissuto come luogo primo dell’osservazione.
Le fotografie in mostra, in virtù del loro stile documentario, forniscono una descrizione non retorica di luoghi considerati marginali dall’iconografia ufficiale. Una geografia italiana che anche a distanza di pochi anni assume già un inestimabile valore storico a fronte delle rapidissime trasformazioni subite dal paesaggio.

Un progetto espositivo diviso in due capitoli

Il secondo capitolo del progetto della Fondazione Malaspina è la mostra “Per una fenomenologia dei paesaggi ordinari delle Marche” che inaugurerà a Novembre e illustrerà il risultato di una recente campagna fotografica realizzata da Guido Guidi insieme a Mariano Andreani, Andrea Pertoldeo e Luisa Siotto per monitorare le trasformazioni in corso nel territorio delle Marche.

Obiettivo della Fondazione Malaspina (presieduta dalla Marchesa Laura Federica Peslauser Malaspina e diretta da Alessandro Dandini de Sylva) è di promuovere la fotografia contemporanea e contribuire allo sviluppo culturale della Regione in ambito nazionale e internazionale, spiega il vice-presidente Carlo Luigi Fontana Giusti.

Vuoi visitare la mostra fotografica Qualsiasità e goderti la Città delle Cento Torri?

Contattaci per pianificare il tuo soggiorno ad Ascoli e partecipare all’evento.

contattaci

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Recapito telefonico

Messaggio

Inserisci nella casella sottostante il codice che visualizzi nell'immagine
captcha

Itinerari di Ascoli Piceno

La città ti offre una moltitudine di itinerari da poter fare, scegli quello più adatto alle tue necessità e vieni a trovarci. Saremo felici di accoglierti!

Vuoi prenotare un soggiorno in città?

Scopri dove dormire

Crea la tua guida personalizzata

La tua guida

Sei incerto?

Contattaci

Seguici