Montemonaco: un borgo sugli Appennini vicino Ascoli Piceno

Montemonaco: un tesoro sugli Appennini a pochi chilometri da Ascoli Piceno

Montagna,natura e sport, ma anche folklore e magia, questo e molto altro è il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, un autentico gioiello verde nel cuore delle Marche.

Itinerari Ascoli Piceno in una settimana

Esistono luoghi magici nel Piceno, nascosti sui Monti Sibillini che quasi nessuno conosce. Il piccolo comune di Montemonaco può essere annoverato fra questi: ecco, se amate la natura le passeggiata all’aria aperta a piedi e in bici e se siete appassionati di misteri e leggende, questo è il vostro posto!

Ma cerchiamo di scoprire come raggiungere e altre curiosità in questo autentico gioiellino!
A circa 30 km di distanza da Ascoli Piceno e 200 Km da Roma, arroccato a quasi 1000 metri sul livello del mare, si trova Montemonaco, il secondo comune più alto delle Marche! Un territorio nel cuore del Parco dei Monti Sibillini che si estende dallo splendido Monte Vettore fino al confine con la regione Umbria.

La giusta meta per chi cerca una vacanza nella natura nelle Marche, dove alberi, percorsi, boschi e aria pulita la fanno certamente da padroni, permettendo di scappare dal caos della vita cittadina quotidiana!

Come si potrà forse capire dal nome – e come sembrerebbero confermare alcune ricerche storiche – Montemonaco fu fondata da un gruppo di monaci benedettini che si stabilirono in questa zona fin dal ‘700, realizzando nel corso degli anni, le torri e le mura in protezione del comune dagli attacchi dei paesi limitrofi. Ma al di là della storia, quello che più conta è sapere che tutta la realtà di Montemonaco è legata alla magica e misteriosa presenza della Sibilla.

In particolare vi vogliamo raccontare la storia del mitico cavaliere francese Antoine de La Sale e della sua esperienza…Agli inizi del 1400 la Duchessa Agnese di Borgogna, avendo nel suo palazzo un arazzo con il disegno della Grotta della Sibilla, inviò in questa terra il cavaliere Antoine de la Sale per informarsi e scoprire la verità. Arrivato a Montemonaco e incontrati i locali, il cavaliere decise di raggiungere la Grotta della Sibilla, anche se non vi entrò mai, limitandosi a dedicare un intero capitolo – Le Paradis de la Reyne Sibylle – nel suo libro Salade, in cui è descritta ovviamente anche Montemonaco.

Inoltre Montemonaco ospitò per secoli cavalieri provenienti da tutto il mondo che, dediti all’arte dell’alchimia, furono attratti dalle acque minerali del posto e dalle numerose fonti sorgive.

Le stesse donne del posto dovevano essere solite preparare ricette di medicina popolare, tramandate di generazione in generazione, per far fronte con infusi e pomate alle malattie dell’epoca. Per credere a quanto detto, vi basti sapere che nel 1998 venne rinvenuto in un’abitazione del posto un libro d’appunti ricco di annotazioni con formule alchemiche.

Tradizioni, esoterismo e altri culti e credenze pagane che raccontano questi luoghi hanno reso Montemonaco e tutta la zona circostante un’area unica, avvolta da un fascino mistico.

Ma oltre alla magia, Montemonaco è anche una delle destinazioni migliori per chi ama la natura, essendo questa la base di partenza per tantissimi itinerari ed escursioni uniche verso lo splendido Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Ecco dunque Montemonaco, un paese unico, immerso nella natura e con tantissimi segreti e misteri tutti da scoprire, a pochi minuti di distanza da Ascoli Piceno!

Articolo realizzato con la collaborazione di  Piceno on the Road

Per maggiori  informazioni:
Sito Istituzionale Comune di Montemonaco
http://halleyweb.com/c044044/hh/index.php

Potrebbe interessarti anche

Itinerari di Ascoli Piceno

La città ti offre una moltitudine di itinerari da poter fare, scegli quello più adatto alle tue necessità e vieni a trovarci. Saremo felici di accoglierti!

Vuoi prenotare un soggiorno in città?

Scopri dove dormire

Crea la tua guida personalizzata

La tua guida

Sei incerto?

Contattaci

Seguici