Ad Ascoli Piceno, per la prima volta la rassegna culturale internazionale “La Milanesiana”

Il 15 e 16 Luglio, il festival ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi approda tra le Cento Torri per un programma ricco e di alto livello culturale

la milanesiana

Grazie a una nuova e importante collaborazione con la Regione Marche, la kermesse culturale internazionale “La Milanesiana” farà tappa per la prima volta nella sua storia ad Ascoli Piceno.
Nata 19 anni fa a Milano, “La Milanesiana” è la rassegna culturale itinerante che si sviluppa come un viaggio in Italia attraverso le città e le province, lungo tutto l’arco dell’anno.
Simbolo della manifestazione è una rosa, creata da Franco Battiato e rielaborata ogni anno rispetto al tema scelto, stavolta “Il Dubbio e la Certezza”.

La Milanesiana ad Ascoli PicenoLa “sfida” che si pone il festival è rappresentata dalla volontà di contaminare le diverse forme artistiche avvicinando culture diverse e creando ogni sera un confronto inedito e unico.
Come nelle edizioni passate, sul palco si confronteranno e interagiranno tra loro esponenti autorevoli della letteratura, della musica, del cinema, della scienza della filosofia e dell’economia.

Direttrice, nonché ideatrice, del festival è Elisabetta Sgarbi, nota editrice, scrittrice e regista italiana, che sarà ospite anche in occasione della tappa ascolana insieme a Francesca Filauri, che introdurrà e coordinerà le serate.

Saranno due gli incontri, entrambi a ingresso libero (fino a esaurimento posti), in programma ad Ascoli Piceno, domenica 15 e lunedì 16 luglio. A ospitarli il Teatro Filarmonici, nel cuore del centro storico cittadino.

Nel primo appuntamento – domenica 15 luglio alle ore 21:00 – si parlerà di “Dio, tra arte e scienza”, con Vittorio Sgarbi, Giulio Giorello e Elisabetta Sgarbi, seguiti dal concerto di Morgan.
La Milanesiana proseguirà il 16 luglio, alle ore 11:30, con l’inaugurazione della mostra “Luigi Serafini – Le storie naturali” che rimarrà al Forte Malatesta fino al 30 settembre. Interverranno Vittorio Sgarbi, Luigi Serafini e Stefano Papetti, curatore delle collezioni comunali di Ascoli Piceno.

La seconda serata della rassegna porterà in scena lo spettacolo teatrale “Ti ha ucciso la Sicilia travolta dall’Italia. A 50 anni dal ’68, il terremoto del Belice. Epica, destino e vita di Ludovico Corrao, il ricostruttore” di Pietrangelo Buttafuoco, liberamente tratto dal poemetto “I funerali di Ludovico Corrao” di Emilio Isgró e andato in scena anche a Milano.

Chiude il festival un altro concerto, Labirinth, di Paola Prestini e Jeffrey Zeigler.

L’immagine di testata dell’articolo è la cover della pagina Facebook ufficiale de La Milanesiana. Per richieste di rimozione, si prega di fare una segnalazione a redazione@visitascoli.it.

 

 

Potrebbe interessarti anche

Itinerari di Ascoli Piceno

La città ti offre una moltitudine di itinerari da poter fare, scegli quello più adatto alle tue necessità e vieni a trovarci. Saremo felici di accoglierti!

Vuoi prenotare un soggiorno in città?

Scopri dove dormire

Crea la tua guida personalizzata

La tua guida

Sei incerto?

Contattaci

Seguici