Nei dintorni di Ascoli Piceno, il Colle San Marco racconta la storia della città con luoghi affascinanti come quello dell’Eremo - Visit Ascoli - Viaggio alla scoperta di Ascoli Piceno

Nei dintorni di Ascoli Piceno, il Colle San Marco racconta la storia della città con luoghi affascinanti come quello dell’Eremo

L’Eremo di San Marco è un luogo molto suggestivo e ricco di fascino, che racconta un pezzo importante della storia medievale della città delle Cento Torri

la-scalinata-dell-eremo

Ascoli Piceno è circondata da un territorio geografico prevalentemente collinare; in particolare, a Sud della città si trova il massiccio altopiano calcareo di travertino del Colle San Marco, estrema propaggine della Montagna dei Fiori. Caratterizzato da una ricca e variegata vegetazione, il Colle racconta la storia di Ascoli Piceno da diversi punti di vista.

Il Colle San Marco di Ascoli Piceno come mèta di eremiti nel corso dei secoli

La posizione isolata del Colle San Marco e la sua fitta vegetazione lo hanno eletto nei secoli a mèta privilegiata di monaci e anacoreti per periodi di meditazione e preghiera. Durante l’Alto Medioevo il Colle San Marco fu luogo dedicato a forme di misticismo e religiosità; la presenza di anacoreti fu rilevante, favorita dalla conformazione del territorio. L’importanza maggiore la ebbe la Regola benedettina; di conseguenza gli eremi e i monasteri divennero punti di riferimento anche della comunità civile poiché i monaci benedettini avevano l’obbligo di rendersi utili per il bene di tutti.

ingresso grotta beato corrado colle san marco ascoli piceno

Oggi, delle strutture religiose dell’epoca, tra le quali spiccava sul Colle il Monastero di San Lorenzo (di cui oggi sono visibili solo pochissimi resti) rimane solo una grotta, scolpita nella roccia viva, dove si ritirò nel 1200 Corrado Miliani dei Conti Saladini, entrato nel convento ascolano dei Francescani, verso il quale gli ascolani mostravano profonda devozione. La cella dell’eremita, meglio nota come “Grotta del Beato Corrado” diventò lungo i secoli mèta di pellegrinaggi e oggi si conserva in  ottime condizioni.

L’Eremo di San Marco: Ascoli “nascosta” racconta la sua storia

segnaletica eremo san marco ascoli piceno

Dall’imponente bosco di castagno, il sentiero principale porta ad uno slargo situato su un enorme sperone di travertino, a strapiombo sul bosco. Sulla parete rocciosa è visibile, in alto a destra, l’affascinante struttura dell’Eremo di San Marco, una cavità naturale chiusa da una costruzione a forma di chiesetta con campanile e collegata al sentiero da una scalinata in pietra. La parete, in stile romanico, è in pietre conce e presenta una monofora e cinque bifore.

L’edificio ospitava, anticamente, un convento fondato dai monaci cistercensi all’inizio del 1200 ed è costituito da due locali sovrapposti, comunicanti mediante una scala appoggiata alla roccia. Si tratta di una costruzione molto “povera”, che ben richiamava la regola monastica benedettina.

eremo san marco ascoli piceno

All’interno dell’Eremo è possibile rinvenire ancora oggi tracce dei primitivi affreschi eseguiti dai monaci sulle pareti e sulla volta del locale inferiore; sul soffitto della caverna è degna di nota la splendida “tappezzeria” di capelvenere.

Attualmente l’Eremo di San Marco è in fase di restauro, per poter essere presto riportato al suo massimo potere suggestivo e richiamare così turisti e viaggiatori, amanti della storia e della natura.

Se sei ad Ascoli e vuoi visitare i suoi dintorni per scoprirne gli scorci nascosti e le più interessanti curiosità contattaci, costruiremo insieme il tuo itinerario ideale!

(Fonti utilizzate: volume “Gli Eremi del Colle San Marco. Una escursione tra storia e natura” del Club Alpino Italiano, Sezione di Ascoli Piceno, a cura  di N. Galiè e G. Vecchioni – Società Editrice Ricerche)

Potrebbe interessarti anche

Itinerari di Ascoli Piceno

La città ti offre una moltitudine di itinerari da poter fare, scegli quello più adatto alle tue necessità e vieni a trovarci. Saremo felici di accoglierti!

Vuoi prenotare un soggiorno in città?

Scopri dove dormire

Crea la tua guida personalizzata

La tua guida

Sei incerto?

Contattaci

Seguici